Psicodiagnosi

La Psicodiagnosi si occupa della valutazione e della diagnostica psicologica e psicopatologica. Ci si avvale di colloqui clinici, di strumenti quali questionari, inventari di personalità, batterie di test,  tecniche psicometriche e proiettive.
I test in generale sono un importante strumento che permette di descrivere in modo approfondito il soggetto in esame e di avviare un lavoro clinico specificatamente adattato a quelle che sono le caratteristiche del soggetto, nella sua unicità e complessità psicologica, considerando anche le sue risorse e i suoi limiti.
L’utilizzo dei test psicologici completa ed integra le informazioni raccolte durante i colloqui, permette la valutazione di funzioni o caratteristiche specifiche di personalità e consente di avere in tempi relativamente brevi, una conferma o disconferma delle osservazioni cliniche.

Il processo diagnostico si struttura, inoltre, in funzione della sua finalità:

1) Ambito clinico

  • La pratica valutativa di ambito clinico è molto ampia e complessa, e prevede la possibilità di integrare numerosi tipi di strumenti e approcci in base alle aree da indagare: dai colloqui clinici fino alle scale di valutazione della sintomatologia psichiatrica.

2) Ambito peritale

  • In ambito forense la Psicodiagnosi permette al Consulente Tecnico di Parte (CTP), nominato dal cliente, o al Consulente Tecnico d’Ufficio (CTP), nominato dal Tribunale, di strutturare perizie in ambito civile legate a separazioni, adozioni ed affidamento di minori, valutazioni di danno psicologico, ecc. I CTP e CTU possono impiegare le loro competenze anche in ambito penale al fine di valutare le caratteristiche di personalità degli imputati di processi, nonché la loro capacità di intendere e di volere del soggetto, l’infermità di mente e l’incapacità di agire, ecc.

3) Ambito del lavoro e delle Organizzazioni

  • Nell’ambito della Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni le competenze psicodiagnostiche forniscono un apporto di notevole rilevanza nel settore della selezione del personale: i reattivi mentali permettono la valutazione delle attitudini, della personalità, dell’intelligenza, degli interessi, delle conoscenze e competenze e la congruenza col profilo professionale, la cultura organizzativa e lo stile di leadership richiesti dal committente.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...